Consigli

Produzioni audio, ecco i 5 brevi consigli di Consulenza Radiofonica

today6 Marzo 2020

Sfondo
share close

Vuoi produzioni audio vincenti, perfette ed encomiabili? Allora c’è qualcosa che non va. Una strategia di questo tipo, infatti, è destinata a fallire sul nascere, poiché produzioni audio dedite a essere universalmente riconosciute come strabilianti non esistono. Altresì, bisogna ricordare che ogni produzione audio deve ‘calzare’ perfettamente alla realtà radiofonica di riferimento. Insomma, non serve puntare alla creazione di prodotti audio grandiosi solo su carta, bensì vale la pena realizzare contenuti tali da essere espressione dell’azienda radiofonica.

Produzioni audio, i 5 consigli di Consulenza Radiofonica

Noi di Consulenza Radiofonica abbiamo stilato alcuni suggerimenti per produzioni audio efficaci, tuttavia da declinare alla propria radio. Un punto di inizio da cui attingere per sviluppare una strategia dinamica e personale. Dunque, ecco i nostri 5 consigli:

  1. Scegli la voce giusta per la tua radio. A volte, l’impostazione e la dizione di una voce non sono la condicio sine qua non delle nostre produzioni audio, ma ci sono altri elementi da tenere sotto osservazione, come ad esempio l’intonazione. Tutte queste caratteristiche (e non solo) deve muoversi all’unisono, in funzione soprattutto del nostro progetto radiofonico. Se ho un’emittente localizzata a Roma, con un pubblico peculiarmente romano, devo chiedermi se è meglio realizzare prodotti audio caratterizzati da un italiano fluente oppure da un dialetto spinto.
  2. Relazionati sempre ai tuoi programmi radiofonici. Questo punto si lega molto al precedente: se hai un programma che notoriamente funziona grazie alla sua componente dialettale, non lo snaturare con jingle o claim in italiano ‘correggiuto’. Altresì, ricalca questa componente anche nei contenuti audio collaterali.
  3. Studia il tuo target di riferimento. In relazione, però, a ciò che se stai analizzando, come per esempio il pubblico della tua radio nella sua interezza o di quel determinato programma radiofonico. In questo modo, potrai sviluppare al meglio gli step successivi della tua strategia audio.
  4. Non snaturare la tua identità. Può capitare, soprattutto se tendi a dimenticare chi sei in funzione di apparire il migliore a tutti i costi. Il segreto è essere la migliore radio prima per sé stessi, e poi (forse) per gli altri.
  5. Ascolta anche pareri esterni di un consulente per le radio. Realtà come Consulenza Radiofonica esistono proprio per questo: essere un orecchio esterno e disincantato capace di indicare soluzioni alternative.

Scopri il nostro lavoro di consulente per le radio

Vuoi conoscere il nostro lavoro di consulente per le radio? Scrivici o chiamaci visitando la nostra sezione Contatti. Inoltre, puoi leggere ciò che facciamo visitando la pagina dei Servizi dello staff di Consulenza Radiofonica. Dai un’occhiata anche al nostro articolo sull’importanza di fare consulenza per le radio. Infine, per restare aggiornato sui temi legati all’universo radiofonico, resta sintonizzato sui contenuti del nostro blog.

Consulenza Radiofonica, la professionalità On Air

Articolo a cura di Angelo Andrea Vegliante

Scritto da: Angelo Andrea Vegliante

Rate it

Articolo precedente

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%