Consigli

Le radio locali non devono ‘scimmiottare’ quelle nazionali

today6 Settembre 2021

Sfondo
share close

Non comprendiamo il motivo dietro tale scelta, eppure esistono radio locali che emulano emittenti più blasonate e con una copertura nazionale – persino con la presunzione di diventare loro competitor. Perché queste realtà copiano gli altri invece di approfondire la propria identità? La risposta è piuttosto semplice: secondo alcuni, sperimentare e mettersi in gioco è più complicato e richiede troppo tempo, dunque si sceglie la strada semplice con l’idea (erronea) di ottenere risultati importanti nel breve periodo, copiando format e linee editoriali di cui si conosce già l’ampio successo.

Tuttavia copiare gli altri e pretendere di ottenere lo stesso successo è alquanto velleitario. Invece pianificare una propria identità radiofonica e creare contenuti originali è una strategia (nel vero senso della parola), poiché ti permette di sperimentare e diventare nel tempo un’azienda identificabile. Certo, ci vuole più tempo, ma almeno l’azienda crescerà nel lungo periodo in maniera costante. Da dove bisogna partire?

territorio delle radio locali

Ecco da dove dovrebbero partire le radio locali

Innanzitutto bisogna sottolineare un concetto: ognuno deve stare al proprio posto. Una radio locale non potrà mai competere con una nazionale, in quanto copertura e target sono già sfavorevoli per le emittenti più piccole. Se vogliamo ‘rubare’ ascoltatori alle realtà più grandi, l’unico sistema è essere attivi e pro-attivi sul proprio territorio (come Radio Tausia o RVL la radio).

Come si fa? Le basi fondamentali su cui reggere il binomio territorio-radio sono due: informazione e musica. Se una di queste componenti viene meno, possiamo salutare per sempre la realizzazione di radio locali identificabili da parte degli ascoltatori. Questo perché, ad esempio, non basta avere informazioni originali se poi l’archivio musicale è identico a tanti altri competitor. Bisogna lavorare su ogni dettaglio per rendere grande l’intero impianto. Ecco alcuni nostri suggerimenti:

  • INFORMAZIONE. Che si tratti di una notizia letta durante un radio-giornale oppure mentre siamo in trasmissione, la regole aurea per le radio locali dovrebbe essere sempre la stessa: concentrarsi su notizie del proprio territorio. Certo, una radio locale può occuparsi di informazioni di carattere nazionale (come le ultime misure per contrastare la pandemia), ma è bene valorizzare ancora di più la copertura massima della nostra emittente. Ecco come:
  • MUSICA. Le grandi e piccole etichette sperano nel passaggio in radio a livello nazionale, mentre il pubblico si sposta sempre più sui servizi di musica streaming. Le radio locali possono avere un ruolo in grado di cambiare gli equilibri? Certamente, come diffondere brani e canzoni di artisti provenienti dal proprio territorio, consentendo così agli stessi cantanti emergenti di avere un canale di diffusione privilegiato al quale interfacciarsi nel tempo (è il caso di un format musicale di Radio San Marino).

Vale la solita regola: tutto dipende dalla propria linea editoriale e target di riferimento. L’importante è sperimentare sempre!

Leggi anche: Perché abbiamo bisogno delle radio locali?

Scritto da: Angelo Andrea Vegliante

Rate it

Articolo precedente

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%