Interviste

Radio Cassino Stereo sbarca in DAB. Le parole di Marco Pagano

today12 Luglio 2022

Sfondo
share close

Marco Pagano, direttore artistico di Radio Cassino Stereo, ha fatto due chiacchiere con Consulenza Radiofonica. L’emittente, attualmente prima a livello di ascolti per Frosinone e provincia, collabora con Consulenza Radiofonica dal 2014 e, ancora oggi, si avvale di una strategia di comunicazione adeguata per raggiungere i propri obiettivi espansionistici.

Marco, come definiresti il periodo corrente per Radio Cassino Stereo?

Questo è un periodo di grande evoluzione, per la radio in generale e in particolare per noi. Evoluzione che, in qualche modo, significa crescita, cambiamento; e non ti nascondo che in quest’ultimo periodo ci sono stati grandi cambiamenti per Radio Cassino Stereo.

Radio Cassino Stereo nasce nel 1976: in questi quarant’anni quali sono stati i più importanti cambiamenti? E come li avete vissuti?

Sicuramente il primo grande punto di svolta è stato il passaggio dall’analogico al digitale; non che l’approccio sia cambiato, la passione è sempre la stessa ovviamente, ma con l’evoluzione tecnologica c’è stata un’accelerazione generale, un’era del dinamismo radiofonico, sia per quanto riguarda le forme che i contenuti. Quello che non è cambiato è la nostra vicinanza all’ascoltatore.

Leggi anche: miglior professionista 2020, il riconoscimento all’editore di Radio Cassino Stereo

Voi, ricordiamo, siete la prima emittente radiofonica per quanto riguarda Frosinone e provincia; ma c’è stata ultimamente una forte espansione territoriale, sia per la copertura FM che per l’entrata in Dab su Roma. Come nasce questa scelta?

Noi ci siamo approcciati a questo passaggio con grande responsabilità; coprire la Capitale significa rivolgersi ad un pubblico più ampio, il che è una grande responsabilità da un lato, ma dall’altro è uno stimolo forte. Noi di Radio Cassino Stereo siamo sicuri di poterci assumere questa responsabilità nel migliore dei modi. Mappa Lazio province

Tu, però, sei sempre stato un sostenitore del ‘valorizzare il locale’. Come hai preso questa espansione territoriale di Radio Cassino Stereo?

Io credo fortemente che il territorio sia l’identità di ogni radio: per la radio locale il territorio è l’aspetto essenziale. Certo, espansione non significa de-localizzazione, anzi, significa dare ai nostri ascoltatori la possibilità di sentire la radio anche fuori dalla nostra copertura tradizionale. Chi ci ascolta da anni avrà la possibilità di passare davanti al Colosseo, al Foro italico, ed ascoltare Radio Cassino Stereo. Questa è un’enorme soddisfazione. Ed è proprio quello che volevamo fare: non a caso uno dei nostri claim è “Ti facciamo compagnia”.

Che tipo di feedback hai ricevuto dai tuoi ascoltatori?

Senza dubbio un feedback più che positivo. Gli ascoltatori hanno percepito la vicinanza che vogliamo trasmettere. E ti dirò di più: entro quest’anno, massimo l ‘inizio del prossimo anno, vorremmo aumentare le piattaforme su cui ascoltare Radio Cassino Stereo.

icona sodalizio

Il ‘sodalizio’ tra Radio Cassino Stereo e Consulenza Radiofonica nasce nel 2014. Quali sono stati i cambiamenti che Consulenza Radiofonica ha apportato nella vostra strategia comunicativa ?

Sicuramente uno dei primi cambiamenti è stato quello di dare un ordine, alla programmazione così come ai contenuti, senza però mai far perdere alla radio la propria identità. Con Alfredo abbiamo  fatto un grande lavoro per quanto riguarda il marketing ed i servizi da offrire ai nostri partner commerciali, e poi una particolare attenzione anche ai gusti musicali. Infatti ultimamente abbiamo apportato un leggero cambiamento musicale con l’introduzione della musica anni ’80 e anni ’90. Questo perchè il direttore artistico deve saper innanzitutto ascoltare, sia i gusti, ma anche il cambiamento della domanda. L’ascolto permette di lavorare e modificare anche l’offerta musicale. Ed il feedback anche in questo caso è stato più che soddisfacente.

Leggi anche: com’è cresciuta Radio Cassino Stereo con il supporto di Consulenza Radiofonica

Una curiosità un po’ più intima: che tipo di team siete? Chi c’è dietro Radio Cassino Stereo?

Sicuramente il legame che c’è tra di noi è di tipo familiare, proprio perchè siamo effettivamente membri della stessa famiglia. L’aria che si respira è quella di una grande passione e sintonia tra di noi, che si percepisce anche in onda. Credo che chi fa questo lavoro debba approcciarsi in un modo diverso rispetto a qualsiasi altra tipologia di lavoro, soprattutto se si tratta di radio locali. La soddisfazione arriva non tanto a livello economico, quanto umano: quando incontri qualcuno per strada che ti fa i complimenti, quello non ha prezzo. Quella è la nostra benzina.

Cerchi la strategia adeguata per la tua radio locale?

Consulenza Radiofonica è qui per aiutarti. Contattaci e scegli il servizio più idoneo ai tuoi obiettivi.

Scritto da: Alice Antico

Rate it

Articolo precedente

Radio lovers

I giovani ascoltano ancora la radio?

Una domanda a cui vengono date risposte differenti. I dati sui giovani e la radio, però, parlano chiaro La televisione ucciderà il cinema. Lo streaming farà morire la televisione. Clubhouse sostituirà la radio. Quante volte abbiamo sentito, o detto, frasi del genere. Eppure, negli ultimi anni, nessuno di questi media è scomparso, anzi! Assistiamo continuamente a reinvenzioni, a innovazioni e a contaminazioni tra vecchi e nuovi strumenti tecnologici. Come detto, […]

today12 Luglio 2022

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%