Radio lovers

Fonico o tecnico del suono: chi è e che cosa fa in radio

today22 Luglio 2021

Sfondo
share close

Generalmente la conduzione radiofonica è gestita da 2 personalità: lo speaker radiofonico, la voce e il biglietto da visita dell’emittente; il fonico, un’ape operaia che nella maggior parte dei casi lavora nel dietro le quinte del programma, dettandone i tempi. Si tratta di una figura che, comunque, nel corso degli anni ha subìto delle importanti evoluzioni, tanto da diventare persino uno spalla del conduttore. Cerchiamo di scoprire di più su questa professione.

Che cos’è il fonico?

I termini “fonico” e “tecnico del suono” sono abbastanza generici, in quanto parliamo di un professionista che può adattarsi a vari contesti: cinema, televisione, teatro, concerti, tribunali e via discorrendo. Si tratta di un lavoratore a cui è affidato l’audio di un’attività, di un’azienda o di un evento, sia negli aspetti artistici che tecnici. Sostanzialmente, garantisce una buona qualità del suono. In base al luogo di lavoro, il fonico ha mansioni diverse. Nel campo radiofonico, per esempio, il tecnico del suono deve inglobare dentro di sé svariate personalità:

  • Fonico da presa diretta: gestiste la trasmissione radio in tutti gli aspetti, dal tappeto musicale alla potenza della voce dello speaker, dai tempi del clock radiofonico al rispetto orario dei cluster pubblicitari;
  • Da post-produzione: in caso di programma in differita, si occupa anche di montaggio audio; in tempi moderni, il suo impiego viene utilizzato molto per la creazione dei podcast;
  • Da studio di registrazione: monta ed edita il resto del vestiario di un’azienda radiofonica, come spot, jingles e servizi del radiogiornale.

Leggi anche: Creare podcast partendo da zero: ecco 5 suggerimenti

lavoro da fonico radio

Cosa fa un fonico di una radio?

Si potrebbe affermare che la risposta a questa domanda è contenuta nel paragrafo precedente. Se volessimo scendere in alcuni particolari, vale la pena evidenziare le seguenti mansioni:

  • Garantire un’ottima qualità del suono;
  • Montaggio audio su svariati fronti (diretta, post-produzione, podcast, jingles);
  • Studio e conoscenza delle attrezzature audio;
  • Eseguire mixaggi;
  • Creazione di effetti sonori;
  • Utilizzo di software audio.

Quanto guadagna un fonico?

In base alle analisi di Jobbydoo, datati 2021, un tecnico del suono generico guadagna in media 29.400 € lordi all’anno (circa 1.600 € netti al mese), circa il 3% in più (50 €) della retribuzione mensile in Italia. Tuttavia, per il tecnico radio le cose si fanno leggermente diverse: la retribuzione lorda annuale si attesta sui 25.900 €.

stipendio fonico e tecnico del suono

In diretta comanda il fonico?

Sì, semplicemente perché il fonico gestisce lo scheletro della programmazione e, in particolar modo, i tempi. Il tecnico del suono è un equipollente del direttore d’orchestra: controlla che tutte le componenti del programmi lavorino in maniera armonica, comunica con chi è al microfono, detta le tempistiche, fa in modo di rispettare i diktat dell’azienda in merito alla pubblicità e via discorrendo. Insomma, non sarà un lavoro da palcoscenico, ma senza il fonico lo spettacolo non potrebbe andare avanti.

Sei in cerca di un consulente per le radio?

La nostra realtà si occupa di consulenza per la radio. Scopri i nostri servizi per le radio di ogni tipologia: penseremo a una strategia su misura per te!

Scritto da: Angelo Andrea Vegliante

Rate it

Articolo precedente

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%