Radio lovers

La storia della nascita delle radio FM locali in Toscana

today3 Dicembre 2021

Sfondo
share close

La radio ha da sempre rappresentato uno specchio importante della società: è nata per darne voce e poi si è evoluta con lei, in un percorso di continua crescita e di sublimazione costante. La Toscana, culla della letteratura e della cultura italiana, non fa eccezione e riversa nelle radio (e nelle storie delle stesse) il suo passato, il suo presente e il suo futuro. In un territorio dal deciso orientamento politico, dalle controversie e dalla bellezza innegabile, la componente radiofonica è stata (ed è) un movimento ancora fondamentale per parlare e confrontarsi non solo sui gusti musicali, ma anche su realtà e spaccati sociali.

Leggi anche: Chi ha inventato la radio? Viaggio nella storia di un medium rivoluzionario

Controradio

La prima emittente radiofonica di cui vi parliamo è Controradio, una radio nata fm locale a Firenze nel 1975. Relativamente giovane, sì, ma una delle più importanti. La sua storia, poi, si intreccia con circostanze politiche e sociali molto interessanti che la rendono tutt’ora una delle emittenti più seguite nella regione.

Essa fu costituita in cooperativa, muovendo i suoi primi passi tra le maglie delle culture e sottoculture della città e, soprattutto, dei suoi giovani cittadini. Insieme ad altre radio cosiddette “militanti” partecipò ad uno dei momenti storici cruciali del paese: il Movimento del ’77.
Questa partecipazione nell’area di Autonomia Operaia la portò tristemente al titolo di seconda radio libera d’Italia chiusa, dietro soltanto alla storica Radio Alice con sede a Bologna, per mano delle forze di polizia dopo l’ordine emanato dalla Questura della città di Firenze.

Nell’agosto di quello stesso anno, fu la primissima radio italiana a dedicare un intero programma alla musica punk, anticipando i tempi e stando al passo con le tendenze musicali britanniche. Un cambio repentino ci fu negli anni ottanta, dove decise di concentrarsi quasi completamente sulla scena musicale d’avanguardia di Firenze. In quel periodo, nella città che un tempo fu dei Medici, emergevano nomi importanti: Litfiba, Sabotage e Diaframma, ad esempio. Di seguito alle band, arrivarono locali iconici come il Tenax e il Manila.

Un merito che va dato anche a Controradio che, non solo ha trasmesso musica di questi gruppi che avrebbero poi fatto la storia del rock italiano, ma anche inaugurato l’ormai celebre manifestazione musicale del Rock Contest. Alla fine del decennio, l’emittente si avvicinò alla politica internazionale e fu in quell’occasione che la radio entrò a far parte del circuito nazionale Popolare Network.

controradio

Lady Radio

Lady Radio è ancora più giovane, ma un autentico punto di riferimento dell’area metropolitana di Firenze. L’obbiettivo dichiarato dell’emittente è quello di ergersi a rappresentante di una giusta via di mezzo per la trasmissione radiofonica. Come? Discostandosi dalla programmazione tipica dei network nazionali, ma senza sparire come la maggior parte delle piccole radio cittadine. Così la scelta di trattare cronaca, politica, approfondimenti, sport e spettacolo. Una vera e propria istituzione in tema di informazione.

Si pone come cassa di risonanza per la voce di chi vuole esprimere il proprio malcontento o per chi, al contrario, ci tiene a dare risposte utili a problemi della vita di comunità. Una radio fm locale che esce dal proprio studio per correre sui luoghi dove qualcosa di importante accade e raccontare la quotidianità di una parte di Toscana. A renderla importante e credibile, però, è la sua affiliazione con la Fiorentina: essa è infatti la radio viola per eccellenza, un punto di riferimento per tutti i tifosi che per lavoro o impegni non possono andare allo stadio o guardarla comodamente in TV.

radio toscana lady radio

Radio Cuore

Una, se non la più importante, emittente che ha fatto la storia sul territorio toscano è Radio Cuore. Con una copertura parziale che abbraccia diverse regioni italiane quali la Campania, la Sicilia, la Liguria e la Lombardia (tra le altre), ha sede principale in una piccola cittadina in provincia di Pisa: Ponsacco. E da lì opera tutt’oggi. Nasce nel 1986 e si afferma presto nella zona del pisano. Espandendosi, con una gestione attenta, si consolida e pone le basi per un lancio che la porterà ad allargarsi ancora. Un processo che le permetterà di stabilizzarsi tra le prime dieci radio ascoltate su territorio nazionale.

Lo slogan dell’emittente è sempre stato uno: “La Radio delle grandi emozioni“, come a definire questo filo diretto con i propri ascoltatori, abbracciandoli in un rapporto quasi familiare. Nonostante il declino (dovuto alla sempre più scarsa richiesta pubblicitaria), Radio Cuore non ha mai mollato e, ridimensionandosi, ha ritrovato la sua natura: musica italiana, novità, informazione, rubriche e la “sezione dediche” da parte degli ascoltatori.

radio cuore toscana

Radio Mugello

A chiudere la carrellata è Radio Mugello: fondata nel 1977 da un gruppo di giovani di belle speranze convinti di dare spazio alla libertà di trasmettere e di ascoltare, di divertirsi e impegnarsi a diffondere creatività e forme di comunicazione. Un connubio vincente di diversità sotto il punto di vista culturale, generazionale e politico, il tutto al servizio del territorio toscano.

Una scelta che allora come adesso ha portato un servizio impeccabile: dalla storica ricostruzione della ferrovia Faentina alle inchieste sull’ospedale del Mugello, senza dimenticare le rubriche culturali del professor Alpigini o la satira del grandissimo Guido Molinelli rispetto all’amministrazione locale. Eterogeneità che Radio Mugello portava anche nella programmazione musicale: un lido dove trovavano spazio tanto la musica italiana del cantautorato, quanto il rock inglese o il pop americano, un mix che portò l’emittente a raggiungere ascoltatori di ogni età.

radio mugello

Consulenza Radiofonica professionale

Conclusasi la nostra panoramica su alcune delle storiche radio fm locali toscane, ti proponiamo una soluzione. Se sei alla ricerca di una figura che dia una dimensione professionale alla tua emittente è giusto che tu scelga un consulente che ti faccia migliorare sotto tutti i punti di vista: dal posizionamento di mercato alla strategia comunicativa da adottare, dalle scelte artistiche al settore marketing. Contattaci, potrai scoprire tutti i servizi dedicati al mondo delle emittenti radio. Solo grazie a Consulenza Radiofonica sei certo di aumentare i tuoi numeri, che aspetti?

Articolo a cura di Alfredo Porcaro C.e.o. di Consulenzaradiofonica.com
Consulente per emittenti radio fm, digital e brand-radio
Docente e formatore radiofonico

Scritto da: Consulenza Radiofonica

Rate it

Articolo precedente

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%