Radio lovers

Lo Speaker Radiofonico: le caratteristiche che lo rendono unico

today25 Agosto 2017 2

Sfondo
share close

Nel nostro video  abbiamo parlato dello speaker “perfetto” ma sappiamo benissimo che non esiste, poiché ogni singola voce che parla alla radio fa dei suoi piccoli difetti un punto di forza, di riconoscimento e di caratterizzazione.

Analizziamo 7 piccoli consigli basici per lo speaker radiofonico

Se ti hanno detto che hai una bella voce fai attenzione, perché molti confondono BELLA VOCE con VOCE IMPOSTA. Ancora mi capita di sentire in alcune emittenti i vocioni tipici degli anni 70/80, ma il linguaggio radio si evoluto così come l’uso stesso della voce. Quindi cerca di non essere fuori contesto: oggi piace la voce naturale, dinamica ed anche con qualche piccola personalizzazione che fino ad alcuni anni fa erano considerate un difetto. Assolutamente da curare la dizione: una cosa è la caratterizzazione ma ben altra altra sono gli errori di dizione. (scopri dove fare un ottimo corso di dizione)

Per parlare in radio, a qualsiasi livello, serve cultura: generale e musicale.

Leggi di tutto: dal gossip, al romanzo passando per i fumetti. Fai ricerche continue, anche su argomenti dei quali sei convinto di conoscere tutto. Ovviamente non è ammessa nessuna ignoranza musicale. Se ti occupi di un argomento specifico nella tua trasmissione é inammissibile che non si conoscano almeno le basi dell’argomento stesso.

Improvvisazione.

Il bravo intrattenitore è capace di improvvisare su di un palco come alla radio. L’imprevisto è dietro l’angolo. Se ti perdi la scaletta? Se cade la linea con il tuo esperto al telefono? Devi avere la capacità di essere bravo ad intrattenere il tuo pubblico e rimanere il più lucido possibile. Guarda questo video storico di Pippo Baudo ad un festival di Sanremo di alcuni anni fa:

COORDINAZIONE.

Grandi capacità coordinative sono richieste a chi è davanti al microfono tutti i giorni. Avere sotto controllo tempi, ospiti, musica è di fondamentale importanza.

Qualche riga sopra ho parlato di dizione ma è importante anche la conoscenza della lingua. Un vecchio trucco secondo me funziona ancora oggi: cerca sul dizionario una parola al giorno ed imparane il significato. Arricchirai il tuo lessico e la tua conoscenza. Lo stesso discorso vale per l’inglese. Siamo un paese esterofilo che suona tanta musica proveniente da altri paesi, quasi tutti i termini tecnici nelle radio sono in inglese. Se hai una carenza di lingua fai un corso, ti servirà nel lavoro come nella vita privata.

Sono uno che usa la voce: posso fare di tutto!

Molto (troppo) spesso mi è capitato di vedere speaker che si improvvisano doppiatori, cantanti o presentatori. Avere una bella voce non significa poterla usare in tutti i campi. Ci sono sicuramente grandi professionisti che sanno lavorare su più fronti ma non è certo la regola; sono fortissimo alla radio ma stonato come una campana, non potrò mai fare il cantante; sono il più grande doppiatore pubblicitario ma non ho il senso del ritmo e del tempo, la radio non fa per me.

La voce come strumento di lavoro.

La natura ti ha donato questa peculiarità ma è compito tuo svilupparla e curarla. Mi piace definire la voce come un muscolo, se non l’alleni tutti i giorni ne risentirai. Devi avere rispetto per il tuo strumento di lavoro come un musicista ne ha per il suo. Assicurati della sua salute e mantienilo in allenamento. sempre! (leggi qui come curare ed allenare la voce)

E ricorda sempre che la tua voce è valuta pregiata.

[cit. Qualcosa Di Personale]

Consulenza Radiofonica, La professionalità On Air

Post a Cura di Alfredo Porcaro

Scritto da: Consulenza Radiofonica

Rate it

Articolo precedente

Radio lovers

La nostra provocazione continua “Chiudono le radio? La colpa è dei Social Network.”

  "Chiudono le radio? La colpa è dei Social Network." Con questa affermazione, incentivata da una riflessione posta a mo’ di domanda, abbiamo trasferito una parte della calda estate che accompagna le giornate attuali in un tema già particolarmente bollente. Diversi lettori hanno allungato il dito, preso parola e detto: “Eh ma non è così… eh ma tu non dici… eh però sembra poco chiaro”. Per carità, se il tempo […]

today14 Agosto 2017

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%