Radio lovers

L’ NPR, l’organizzazione no-profit americana che comprende 1000 stazioni radio.

today1 Luglio 2021 1

Sfondo
share close

Secondo il portale di statistica tedesca sulla raccolta dei dati economici ed aziendali “Statista”, sono poco più di 15.000 nel 2019 le stazioni AM/FM negli Stati Uniti. Di queste circa 10.000 sono operanti nei mercati più grandi come New York o Los Angeles di cui un migliaio di proprietà della National Public Radio.

Su cos’è fondata l’NPR.

LA National Public Radio, NPR è un’organizzazione indipendente no-profit che comprende circa 1000 stazioni radio statunitensi ed è fondata da un atto del congresso, per questo differisce dall’ Associated Press, la più antica agenzia di stampa no-profit americana.

L’ NPR fu creata nel 1970 dopo l’approvazione del Public Broadcasting Act del 1967 e produce e distribuisce informazioni e programmi culturali in tutto il territorio statunitense. Più vicino al mondo delle radio comunitarie che ai modelli europei di servizio pubblico, funziona su un modello di network. Prevede un produttore-collettore centrale il quale fornisce a sua volta programmi alle reti affiliate.

 

 

Le stazioni membro

Sono emittenti indipendenti, di proprietà gestite localmente e stanno diventando una fonte sempre più rara e vitale di notizie ed informazioni locali per le comunità cui lavorano. Circa due terzi delle stazioni sono autorizzate o affiliate a college ed università, il restante terzo è governato dalla comunità e possono raccogliere programmi distribuiti da altri produttori o creare il proprio.

Fornendo programmi a oltre 860 stazioni radiofoniche, svolge un ruolo di primo piano nel panorama informativo degli Stati Uniti, grazie a programmi come il Morning edition, trasmissione leader negli ascolti dei notiziari mattutini e il pomeriggio All Things Considered; entrambi sono trasmessi dalla maggior parte delle stazioni membri dell’NPR e sono tra i programmi radiofonici più popolari nel paese.

 

Quali i dati di ascolto?

Alla NPR, che rimane il principale soggetto radiofonico attivo nel settore pubblico, si affiancano American Public Media e PRI (Public Radio International). Analogamente al settore commerciale, la radiofonia pubblica statunitense è caratterizzata dalla specializzazione per format. Quelli più diffusi tra le emittenti pubbliche sono News & talk, News & classics, Classical music, Jazz, News & music, Adult album alternative (AAA)/Eclectic, News & jazz e Variety music. Quasi la metà dell’ascolto delle radio pubbliche gravita attorno al format News & talk (circa 14 milioni di ascoltatori, in prevalenza oltre i 45 anni), che attrae più audience di tutti gli altri messi insieme e il cui target ha il più alto grado di istruzione dell’intero panorama radiofonico nazionale (infatti oltre il 70% dei suoi ascoltatori è laureato).

La principale fonte di entrata per la NPR deriva dalle quote associative che i membri pagano per la trasmissione e la messa in onda del proprio programma.

 

 

La nuova sede

Ad aprile 2013 è stata inaugurata la nuova sede della NPR a Washington. Si tratta di circa 37 mila metri quadri di palazzo che è costato circa 200 milioni di dollari, più del budget operativo del 2013 che è di 174,7 milioni. Questo ha acceso una delle discussioni più calde nel dibattito pubblico americano.

Diversi politici di orientamento conservatore, hanno fatto notare che la nuova sede è decisamente troppo lussuosa per una radio che non ha scopo di lucro e che è finanziata in parte con i soldi dei contribuenti. Il caso è nato dopo che il celebre sito conservatore Drudge Report ha postato un resoconto della visita nella nuova sede NPR, mettendo a nudo le eccellenze di palazzo come luoghi ricreativi, il centro benessere, la palestra ed i grandi spazi operativi.

L’ NPR ha  dichiarato che per la realizzazione  della nuova sede non sono stati toccati soldi pubblici, ma utilizzati i fondi realizzati  dall’emissione di titoli finanziari dell’azienda con le donazioni del pubblico e soprattutto con la vendita del vecchio edificio.

 

E poi diciamo che il popolo italiano ha la maldicenza pronta. Io, per non sbagliare tengo pronta la voce, non si sa mai che a questo colosso balenasse l’idea di investire sulla radio italiana ed allargare il panorama dei conduttori. Voi che fate, vi sentireste pronti per lavorare in una grande radio?

 

Un team pronto e preparato è la chiave del tuo successo

Il modo più professionale per diventare una grande radio è quello di affidarsi ai servizi alle radio, contatta il nostro team di consulenza radiofonica pronto a rispondere ad ogni tua esigenza nel minor tempo possibile.

 

Articolo a cura di Martino Serra, per Consulenza Radiofonica.

 

Scritto da: Martino Serra

Rate it

Articolo precedente

Commenti post (1)

I commenti sono chiusi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%