Radio lovers

World Radio Day 2021 – Un evento Mondiale

today16 Aprile 2021

Sfondo
share close

WORLD RADIO DAY 2021 – Un evento mondiale

Sabato 13 Febbraio è stato celebrato in tutto il mondo il decimo World Radio Day ovvero Giornata Internazionale della Radio, un evento mondiale proclamato nel 2011 dagli stati membri dell’UNESCO ed adottato dall’assemblea generale delle Nazioni Unite.

 

Con l’evento di quest’anno si annoverano così i 110 anni di radio, il più potente mezzo di comunicazione che celebra l’umanità in tutta la sua diversità e costituisce una piattaforma per il discorso democratico.

 

Nonostante abbia più di 100 anni la radio è uno dei modi più popolari per scambiare informazioni, fornire interscambio sociale ed educare le persone in tutto il mondo.

Il mezzo radiofonico è stato utilizzato per aiutare le persone ad impegnarsi in discussioni su argomenti di ogni sorta e valore e soprattutto dai giovani per confrontarsi su argomenti che li riguardano. La radio può salvare vite umane durante disastri naturali o provocati dall’uomo ed offre ai giornalisti una piattaforma per segnalare fatti ed approfondire argomenti.

 

La data 13 febbraio, è stata scelta dall’ONU nel 2011 per celebrare la prima comunicazione in radio delle Nazioni Unite avvenuto il 13 febbraio 1946.

La Russia celebra la radio nella stessa giornata cui si solennizza la festa dei lavoratori, per non dimenticare la data del 7 maggio 1895 giorno in cui Alexander Popou, fisico russo, dimostrò con successo un trasmettitore funzionante.

 

 

WRD quali i temi del 2021?

  • Evoluzione. Il mondo cambia, la radio si evolve. Questo sottotema si riverisca alla resilienza della radio, alla sua sostenibilità.

 

  • Innovazione. la radio si adatta e rinnova. La radio ha dovuto adattarsi alle nuove tecnologie per rimanere il mezzo di riferimento della mobilità, accessibile ovunque e a tutti.

 

  • Connessione. Il mondo cambia, la radio si collega. Questo sottotema mette in evidenza i servizi della radio alla nostra società: disastri naturali, crisi socioeconomiche, epidemie etc..

 

 

La radio raccontata dalla BBC

Secondo uno studio della BBC, presntato al WRD e discusso in alcuni programmi andati in onda sono 5 modi in cui la radio ha cambiato il mondo:

 

  1. Il primo programma radiofonico di notizie fu trasmesso il 31 agosto 1920 presso la stazione 8MK di Detroit negli Stati Uniti. Ha rivoluzionato la comunicazione e prima di questa è stato solo un mezzo di comunicazione per piloti, capitani di navi, camionisti, forze dell’ordine e servizi di emergenza.

 

  1. E’ stato un importante mezzo di comunicazione in tempo di guerra, i militari comunicavano per aggiornamenti e necessità dalla prima linea. I civili di tutto il mondo si riunivano accanto alle radio ed aspettavano le notizie dal fronte.

 

  1. La radio è stato un grande mezzo di comunicazione al cittadino e propaganda politica. L’annuncio più celebre mai fatto fu quello del Primo Ministro Neville Chamberlin il 3 settembre 1939 informando la popolazione che la Gran Bretagna era entrata in guerra con la Germania.

 

  1. Celebre il discorso “I Have a Dreamdi Martin Luther King che desriveva le uguaglianze razziali il 28 agosto 1963. La diffusione del suo comunicato ha contribuito a raccontare al mondo la lotta per l’uguaglianza.

 

  1. Va in onda negli Stati Uniti dagli studi della CBS “La Guerra dei Mondi” interpretato da Orson Wells, tratto dal romanzo di fantascienza del britannico Herbert G. Wells. Il romanzo drammatizzava un’invasione aliena sulla terra e malgrado gli annunci prima e dopo il programma, molti ascoltatori non si accorsero si trattasse di una finzione, credendo davvero si trattasse di uno sbarco alieno sulla terra.

 

 

 

Come è andato il World Radio Day nel mondo?

Gli eventi per il WRD sono stati davvero tanti, hanno partecipato un gran numero di radio nel mondo e la risposta è stata eccezionale.

L’UNESCO ha impiegato un notevole impegno nella realizzazione dell’evento e nei giorni precedenti la data ha anche coinvolto utenze tramite la propria pagina twitter con giochi e quiz.

Durante alcuni programmi radiofonici sono state lette le risposte che la coordinatrice dell’UNESCO aveva postato alla pagina Facebook domandando “Cosa il Tema di quest’anno evoca in te?”

 

Ottima la partecipazione italiana delle diverse realtà radiofoniche digitali, Radio Power Italia per tutta la giornata ha dato l’opportunità agli ascoltatori di restare aggiornati con programmi dedicati ed argomentazioni di interesse.

 

La American Academy of Radio  ha proposto algli ascoltatori di partecipare alla produzione di sigle e tracce per la Chapelier for Music ed il coinvolgimento nell’album della band Chapelier Fou.

 

Interessante il programma della spagnola Academia de la Radio cui si è dibattuto molto sulle difficoltà degli addetti ai lavori in radio e la gestione dei protocolli di sicurezza in questo periodo di pandemia.

 

La biblioteca Venaria di Torino, ha offerto in prestito a tutte le librerie del circuito SBAM “I Love Radio Rock” il libro che ogni amante della radio deve assolutamente leggere e da cui Richard Curtis ne ha scritto e diretto il celeberrimo film.

 

Il Regno Unito ha sicuramente dimostrato di essere più che preparato al grande evento con i programmi delle molte radio che hanno trattato il tema e partecipato con interviste e grandi nomi del mondo della comunicazione.

 

Uno tra i tanti eventi che merita di essere citato è stato quello organizzato dal Doc Media Center, che ha colto l’occasione per celebrare il suo centesimo podcast occupandosi della figura e del ruolo dei media.

In occasione del Parallel Live nel Regno Unito, John Coster fondatore del Doc Media Center, ha presentato interessanti documentari con interviste che coprono il tema della giustizia sociale nel mondo nei paesi più colpiti quali Bangladesh, Cambogia, Haiti, India, Kenia, Nepal. Pakistan e Uganda.

 

In Asia gli studenti delle università di giornalismo hanno condotto per tutto il giorno trasmissionii multilingue sulla radio studentesche, discutendo i contributi dei partecipanti di altre facoltà dedito allo sviluppo dei loro paesi.

 

Tra le centinaia di eventi avvenuti nella città di New York, il più significativo è sicuramente stato l’assegnazione del World Radio Day Award da parte dell’Accademia delle Arti Radiofoniche e Scienze Americane a WRH Radio, la radio del campus Hofstra University, che vanta un’organizzazione aziendale degna dei migliori network internazionali.

 

 

Per concludere, cari appassionati di Radio.

Potremmo stare qui ad elencare ancora centinaia di eventi interessanti che si sono tenuti in tutto il mondo, la lista è davvero lunga, ma credo che ora più che di leggere sentite più’ il bisogno di ascoltare le vostre radio preferite e fortunatamente oggi la scelta è davvero immensa.

 

C’è un solo consulente per le radio che offre tutti i servizi alle radio

Se questo fantastico mondo fatto di voci e di musica è davvero la tua passione, non perderti le news sul nostro blog Consulenza Radiofonica, Se hai domande da fare su come entrarci e non sai da dove cominciare non esitare a contattarci, a rispondere sarà il nostro staff specializzato qui apposta per te, per soddisfare la tua voglia di radio.

 

Articolo a cura di Martino Serra per Consulenza Radiofonica

 

Scritto da: Martino Serra

Rate it

Articolo precedente

Radio Civita In Blu

Radio lovers

Oltre 600 podcast di Radio Civita InBlu prodotti nel 2020

Comunicato stampa di Radio Civita InBlu Radio Civita InBlu chiude il 2020 con una produzione di quasi 600 podcast pubblicati sul profilo ufficiale Spreaker e distribuiti sulle maggiori piattaforme audio. Sono circa 200 le interviste realizzate nel corso di quest’anno così turbolento e che possono essere riascoltate da pc, smartphone e device. Contributi originali come il giornale radio locale quotidiano, i contributi audio di speaker e collaboratori, ma anche letture […]

today16 Aprile 2021

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%