Radio lovers

Una radio Fantasma russa trasmette da 40 anni angoscianti suoni

today16 Aprile 2021

Sfondo
share close

La radio Fantasma

Se ne conosce soltanto il nome, si chiama UVB-76 ed è una radio fantasma che trasmette angoscianti suoni. Molti la chiamano MDZhB, nome quest’ultimo identificativo del segnale, chiunque la può ascoltare sintonizzandosi sulla frequenza 4.625 Khz in AM a banda laterale singola ed è per gli appassionati un fitto mistero.

Da circa 40 anni trasmette instancabilmente un incessante suono metallico dietro un ronzio ripetuto 25 volte al minuto, come marcatore di canale per non perdere la proprietà di frequenza ed intervallato con cadenza da sistematiche interferenze. Spesso i suoni si manifestano accompagnati da messaggi di breve durata in lingua russa, o vengono pronunciati nomi di donna come Sasha, Arina, Kathrina, o parole senza senso tipo “scafo, trasporto, semina”.

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=Wcv_cGLjxCY

Le Teorie del Complotto

Chi la ascolta avverte un senso di angoscia ed è facile inneschi il pensiero che qualcosa di pericoloso sia celato dietro quel suono monotono e quegli oscuri messaggi.

Sono centinaia gli utenti che tutti i giorni si sintonizzano al misterioso ascolto di “Radio Buzzer”, come ormai viene definita dagli amatori e sono migliaia le teorie del complotto che puntano il dito sull’ inspiegabile trasmissione.

Tra le varie ipotesi vagliate, c’è chi sostiene che i russi siano in comunicazione con gli alieni, chi pensa siano messaggi cifrati destinati ai sottomarini e tra le altre decine di dubbi e risposte, quella più plausibile sembrerebbe la Fail-deadly o Die Hand, la teoria della Mano Morta.

La Die Hand è un sistema di difesa militare a risposta automatica munito di un software per la lettura dei codici Grau, utili ad avvertire i sensori che rilevano un attacco nucleare che meccanicamente procede in immediata battuta alla distruzione dell’oggetto offensivo. In pratica un comando automatico che agisce a sensori, pronto ad attivare tutti i sistemi di forza armata russa qualora ce ne fosse l’immediato bisogno.

Le trasmissioni sono iniziate nel 1973, inizialmente si pensava che i suoni provenissero da Chernobyl, ma si è poi scoperto provenissero da un luogo vicino a Povarovo a circa 10 km a nord ovest di Mosca, a metà strada tra Zelenograd e Solnecnogorsk, nei pressi del villaggio di Lozhki e più precisamente alle coordinate 56°05′00″N 37°06′37″E

Localizzato il punto preciso, un gruppo di esploratori decisi a risolvere il mistero nel 2011 si recò a Povarovo. Perlustrarono gli edifici abbandonati da cui proveniva il segnale, scoprendo a quelle coordinate una base militare abbandonata, luogo da cui rilevarono il funzionamento di un trasmettitore a 4.625 kHz

 

Chi ne parla?

Chi ha dovuto mettere voce per sedare i fanatici è stato l’ex Ministro delle Comunicazioni e dell’Informatica Rimantas Pleikys, dichiarando che lo scopo dei messaggi vocali su quella banda esiste per confermare che gli operatori delle stazioni di ricezione militare sono allertati.

A confondere le idee e rendere tutto ancora più misterioso, ci ha pensato la rivista Russian Journal of Hearth Sciences pubblicando un articolo sull’attività di studio di un osservatorio che misura i cambiamenti della ionosfera trasmettendo un segnale a 4.625 Khz, gli stessi emessi dal Buzzer.

Chi non può fare a meno di studiare cosa ci sia dietro UVB-76 ha poi scoperto che esistono altre due stazioni russe che seguono uno schema simile soprannominate The Pip e The Squeaky Wheel e che come The Buzzer trasmettono un suono continuo, ininterrotto occasionalmente da trasmissioni vocali cifrate.

 

Insomma, se la vostra vita è così piatta da non poter fare a meno di passare notti insonni a decretare la vostra teoria sul complotto allora questa è la vostra occasione. Una cura giornaliera di quattro o cinque ore di ascolto di Radio Buzzer e niente intorno a voi sarà tranquillo come avete sempre pensato, spie russe vi origlieranno dietro le mura di casa, cercherete microfoni nascosti nelle vostre auto, direte agli amici di parlarvi in codice al telefono e vi guarderete sempre alle spalle lungo il vostro cammino.

Come saperne di piu? Scoprire i nostri servizi alle radio

Se preferite invece vivere una vita più tranquilla e approfondire la vostra conoscenza sul mondo della radio, se vi sentite portati per la comunicazione, se la vostra passione è sempre stata la scatola parlante e avete sempre sognato di parlarci dentro è questa la grande vostra occasione di scoprire i nostri servizi alle radio e contattare lo staff di consulenza radiofonica.

 

Articolo a cura di Martino Serra per Consulenza Radiofonica

Scritto da: Martino Serra

Rate it

Articolo precedente

Radio 105 Lab

Interviste

Radio 105 Lab: selezionata la nostra coppia Alessia-Emanuele | Intervista

A Radio 105 Lab c'è un po' di Consulenza Radiofonica. Nelle scorse ore, infatti, sono stati annunciati i nomi degli speaker che prenderanno parte a questo particolare laboratorio radiofonico, e tra questi figurano Alessia Lanna ed Emanuele Lauriola, due voci appartenenti al roster della nostra realtà. Li abbiamo contattati per farci raccontare i loro obiettivi e le loro emozioni. Prima però un'informazione: che cos'è Radio 105 Lab? Emanuele: "Radio 105 […]

today16 Aprile 2021

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%