Ludovica Pagani a Radio 105

L’esercito degli influencer pronto a invadere la radio

Influencer è colui che influenza le scelte di una massa di persone. Il termine nasce nel mondo del marketing, ma nel XXI secolo è diventato noto come linguaggio comune dei social network. Perché è qui che l’influencer ha trovato l’habitat naturale, uno spazio per sopravvivere. Quando si pensa agli influencer Il primo nome che passa per la testa è quello di Chiara Ferragni. Il secondo è Giulia De Lellis. Il terzo chi volete voi. Ma la sostanza non cambia. Al mondo degli influencer adesso hanno aperto le finestre anche le emittenti radiofoniche. L’ultimo caso è quello di Ludovica Pagani.

Striscione di protesta per la Roma

Non ascoltate le radio romane: un calcio contro le emittenti della Capitale

Con la Juventus che è a un passo dal vincere l’ennesimo scudetto, la prima antagonista della stagione è al momento la Lazio. I biancocelesti allenati da Simone Inzaghi hanno disputato fin qui un ottimo campionato, anche se nelle ultime uscite hanno mostrato un calo fisico e psicologico al quale nessuno era più abituato, lasciando alcuni punti per strada. Non va meglio all’altra squadra della Capitale, la Roma, che vorrebbe ottenere almeno la qualificazione in Champions League per la prossima annata. Non sarà facile per la squadra di Paulo Fonseca, la pressione è tanta e arriva, come di consueto, dalle radio romane.

La radio dei morti in Afghanistan

Un filo invisibile tra la terra e il cielo: la rubrica di Radio Afghanistan

Pensiamo a un cancello chiuso. E in mezzo a questo cancello chiuso una finestrella – aperta – dalla quale entrano pezzi di carta. Su questi pezzi di carta ci sono nomi e cognomi. Sono i defunti. A dare un’identità e una dignità a chi non c’è più ci pensa Radio Afghanistan, che da 42 anni legge i necrologi in diretta. Tutto è iniziato nel 1925, l’anno di fondazione dell’emittente con sede a Kabul, la capitale della nazione dell’Asia meridionale. Qui la voce di uno speaker si fa Caronte dell’aldilà, trasporta le anime dei morti fino all’infinito.