Coronavirus: arriva “Pensa Positivo”, il nostro “GR” gratuito con solo belle notizie

Solo buone notizie dal fronte. Possiamo riassumere così il nostro giornale radio gratuito “Pensa Positivo” dedicato unicamente alla diffusione di belle notizie. Non saranno aggiornamenti stupidi o frivoli, ma ultime news sulle iniziative culturali, sugli aggiornamenti economico, sulle questione ambientali e via discorrendo. Il GR sarà distribuito gratuitamente a tutte le emittenti radiofoniche che vorranno…

Covid-19

Un calcio al coronavirus: le radio sportive in emergenza

Dopo quello delle grandi guerre mondiali nessun altro periodo è stato così difficile. Per questioni ambientali, certo, ma anche economiche. E proprio come accadeva durante i conflitti bellici la radio fa la sua parte entrando nelle case di tutti. Anche di chi la fa, la radio. In questo senso il coronavirus ha svuotato gli studi e gli stadi, ma le emittenti calcistiche continuano a trasmettere ogni giorno. Roma e Lazio, per esempio, sono le squadre di serie A più chiacchierate in termini di radio private allineate alle misure di prevenzione della diffusione del contagio.

Restare a casa con la Radio

Fiabe e informazione: la voce della radio per intrattenere

Impossibile ascoltare o monitorare completamente le oltre mille emittenti del nostro paese dopo i decreti del Governo che hanno obbligato le persone a restare a casa. Però facendo un bilancio sommario si capiscono molte cose. Per esempio, l’informazione legata alle radio dà ampio spazio all’emergenza sanitaria. Con la cronaca, le storie, gli aggiornamenti che vengono ripresi dall’emittente in diretta. Eppure soltanto Dimensione Suono Roma, la locale di RDS, ha dato seguito all’imperativo di restare tra le mura domestice scegliendo la potenza e immediatezza del dialetto, in questo caso capitolino: #stamoseneacasa.

Informazioni sul coronavirus consumatori

Tutti infor(n)ati: col coronavirus siamo diventati perfetti consumatori

Così gli italiani hanno infornato dolci come mai prima, con la dieta alimentare sostituita da quella dell’informazione. Uno studio ha dimostrato che la dieta dell’informazione ha chiamato a raccolta una fetta significativa di casi rappresentativi della nostra nazione. Ha chiesto loro quant’è cambiata l’abitudine e l’ha quantificata in un atteso 85,6% del campione. Interessante notare come il maggiore cambiamento sia stato quello delle relazioni, anche se è nell’ambito dell’informazione che si registra la svolta.

La Radio per l'Italia

L’Unione fa la forza: insieme con “La radio per l’Italia”

Nessun altro nome poteva essere migliore di questo. La Radio per l’Italia porta un messaggio che arriva forte e chiaro, un messaggio di unione. Per la prima volta nella storia del nostro paese radio nazionali e locali si uniscono a favore di un’iniziativa comune. Un’iniziativa che, appunto, non ha precedenti. L’appuntamento è fissato per oggi alle 11, quando le radio d’Italia trasmetteranno in contemporanea e su tutte le piattaforme disponibili l’inno della nostra nazione e tre canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana.

informazione radiofonica ai tempi del coronavirus

Coronavirus, l’importanza di creare format informativi sul tema

L’emergenza Coronavirus entra nella sua seconda settimana, e anche la radio sta attraversando un momento particolare della propria esistenza. Come tutti, del resto. Perciò questa settimana Alfredo Porcaro, fondatore di Consulenza Radiofonica, nella nuova puntata di “Colazione con il CEO” ha un unico consiglio: continuate a informare. Coronavirus, l’importanza dell’informazione radiofonica Più volte abbiamo sottolineato…