Radio lovers

Luca Virno e le minacce di morte di un hater: quando l’omofobia va a braccetto con la vigliaccheria

today16 Aprile 2021

Sfondo
share close

Sarebbe bello se tutti rispettassero il detto “se non hai nulla di carino da dire, non dire niente”. E invece nel 2021 ci ritroviamo ancora a fare i conti con episodi di violenza e omofobia sul web che fanno emergere un problema di odio generalizzato che non può e non deve essere sottovalutato. Questo è quello che è successo a Luca Virno, conduttore e speaker di Radio Base che nei giorni scorsi ha ricevuto minacce di morte sul suo profilo Instagram. “Frocio”, “Ridicolo”, “Non vivrò più in pace fin quando un proiettile non ti trafiggerà la fronte”, sono solo alcune delle gravi offese che Luca ha ricevuto da parte di una persona che lo ha aggredito sotto falso nome.

Offese e minacce su Instagram

Le offese purtroppo arrivano costantemente – ci ha detto Luca in un’intervista – ma se offendono me, che sono una persona abbastanza equilibrata, non succede niente. Quando invece prendono di mira persone un po’ più deboli la situazione cambia, perché non tutti reagiscono allo stesso modo. Quello del giudicare è un cliché nel quale purtroppo tutti noi cadiamo almeno una volta nella vita. Credo però che chi fa queste cose si nasconda dietro uno schermo perché si sente più forte a farlo in maniera anonima. Inoltre chi compie questi gesti spesso non ne comprende la gravità, perché a volte anche una parola detta male ad una persona che sta vivendo una situazione particolare, può generale delle emozioni e delle reazioni non belle”.

Quello di Internet e dei social media è un mondo incredibilmente complesso. Una dimensione capace di unirci tutti in un’unica rete, che crea connessioni e offre una serie di possibilità potenzialmente infinite di comunicare. A volte però proprio questo carattere democratico del web, che permette a tutti non solo di avere un’opinione, ma anche di esprimerla in maniera incontrollata, dà la possibilità di sfogare ogni tipo di frustrazione a persone che non hanno davvero nulla di costruttivo da dire. Così la rete diventa terreno fertile per omofobi, misogini e tutti coloro che si arrogano il diritto di esprimere violenza da dietro uno schermo.

Nonostante le minacce, Luca mantiene la sua compostezza, la sua educazione e il suo ottimismo.

Nel video postato sul suo feed e nelle storie caricate in questi giorni, Luca Virno solleva la questione di quanto capitatogli per veicolare un messaggio importante: “L’omofobia fa schifo – tiene a ribadire – ma se avete il coraggio di dirmi in faccia che la pensate diversamente io sono estremamente contento. Siamo in democrazia e accetto le opinioni di tutti, però che lo facciano con la propria faccia, senza nascondersi. Sono una persona forte e mi lascio scivolare tutto addosso, ma non tutti riescono a farlo. Per questo mi schiero con le persone più deboli che non riescono neanche a rispondere a chi si permette di fare minacce così gravi”.

Una rete solidale contro l’omofobia

Per fortuna in seguito a questo evento spiacevole tante persone hanno supportato il conduttore radiofonico di Cava de’ Tirreni inviandogli messaggi di solidarietà. “Sono davvero contento perché fin da subito tante persone mi sono state vicine. Mi sono ritrovato sulle pagine di diversi giornali e non me lo aspettavo. È stata una sorpresa anche per me, perché tutto è nato dal video che ho postato sul mio profilo Instagram e che poi è stato ripreso da decine di testate”.

Il caso delle minacce omofobe è ora al vaglio della Polizia Postale. Ciò che preme di più, però, è condannare con forza questi gesti che purtroppo sempre più spesso capitano sul web, a personaggi pubblici ma anche ai comuni utenti. “È il messaggio che deve andare avanti, non Luca Virno. Un messaggio che sto veicolando anche grazie a questo episodio spiacevole”. Così Luca cerca di prendere il buono anche da questa situazione. Da una minaccia è nata infatti l’opportunità di parlare con tante persone di una realtà molto importante, l’accettazione e il superamento dei problemi.

Noi di Consulenza Radiofonica siamo chiaramente dalla parte di Luca e di tutte le vittime di violenza, cyberbullismo, omofobia, misoginia ed ogni tipo di discriminazione, dentro e fuori dal web.

Scritto da: Elisabetta De Falco

Rate it

Articolo precedente

Migliori microfoni

Consigli

Bada a come parli: i migliori microfoni da poter usare durante una diretta

Il microfono è importantissimo per uno speaker: quali sono i modelli migliori da poter utilizzare in diretta e perché.   L'ago della bilancia pende sempre fra due pesi e altrettante misure. Opposti che finiscono per attrarsi, perché uno non può fare a meno dell'altro: legame o necessità. In entrambi i casi competenze e strumenti viaggiano a braccetto: per fare radio è necessario avere determinate competenze, ma anche possedere alcuni strumenti. […]

today16 Aprile 2021

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

P. IVA 13503901004

CONTATTACI

P. IVA 13503901004

0%