Greta Thunberg sguardo

La guerra dei mondi di Greta Thunberg si fa alla radio

Paladina della giustizia ambientale, influencer dei tempi moderni: Greta Thunberg, giovane attivista svedese, è stata capace di muovere la coscienza delle masse verso la sua direzione. Per la sua età, certo, ma soprattutto per la capacità comunicativa con la quale intrattiene relazioni fuori dal comune. Una comunicazione efficace che non poteva lasciare immacolata la sua presenza alla radio. Perché la nostra Greta, figlia modello dal cuore d’oro, riuscirebbe a mettere in concorrenza anche il più esperto tra i conduttori radiofonici.

Nessuna sentenza spegne la radio accesa a tutto volume

Ascoltare la radio non è reato, anche se disturba un vicino. Niente di diverso secondo la conoscenza comune, ma talvolta accade che una sentenza giuridica faccia scuola modificando le abitudini o facendoci aprire gli occhi sulla realtà. Passeggiamo per vie interne della nostra città, sentiamo una musica in lontananza. Procedendo nella direzione delle note ne distinguiamo la provenienza, capiamo che il suono captato dalle nostre orecchie proviene da una casa dove una radio è stata accesa. Perché accendere la radio non potrà mai essere un reato.

Sfera Ebbasta gaffe X Factor su Radio Zeta

Generazione gaffe: Sfera Ebbasta inciampa su Radio Zeta

Sfera Ebbasta e Radio Zeta: un amore sbocciato dopo essersi “odiati”, così come accade tra i giovani. Potremmo sintetizzare in questa maniera il rapporto attualmente esistente tra il giudice di X Factor e l’emittente. Colpa di una parola di troppo usata quando non si è abbastanza informati sui fatti. C’è da dire che il giovane cantante si è scusato subito dopo la gaffe. Anche perché di mezzo c’erano interessi artistici, commerciali, contro i quali non si dovrebbe andare in certi ambienti. Quindi la gaffe: nel corso di una puntata di X Factor, Sfera ha detto la sua su Radio Zeta.