Radio studio on air

Un sogno chiamato Radio: a Barra (Napoli) parlano i giovani

Vita sociale difficile, buio nella quiete. Semplicemente periferia est di Napoli. Immaginiamola come vogliamo, la sostanza non cambierà. Siamo a Barra, uno dei luoghi che sembra aver fatto della cronaca un punto di arrivo. Qui i giovani faticano a vivere e per emergere – come spesso accade quando si nasce in periferia – bisogna indossare scarpe buone e partire, andare più lontano possibile. Destinazione futuro, certo, ma anche destinazione sogno.

Ragazza ascolta podcast

Podcast e Lucia: a Firenze un matrimonio che s’ha da fare

Una grande sala cinematografica, il podcast da ogni angolo, un pubblico attento. Sono gli elementi che hanno caratterizzato Lucia, la radio al cinema; il primo Festival dedicato all’ascolto condiviso di opere radiofoniche di ogni genere andato in scena a Firenze. Già, il podcast: protagonista del momento. Da qui parte e qui arriva quel ramo del lago che volge a mezzogiorno, per dirla con le parole di Alessandro Manzoni

Uomo sulla luna Apollo 11

Radio: la magnifica espressione della “sorella umile” nel 1969

Fu “un piccolo passo per l’uomo, ma un balzo gigantesco per l’umanità” l’allunaggio del 20 luglio 1969, per dirlo con le parole di Neil Armstrong che della storica impresa è il protagonista. Fu un evento magnifico. Una grande conquista scientifica e tecnologica nel pieno risvolto politico delle guerre. Ma soprattutto, fu la conferma che la radio – “la sorella più anziana e umile” – aveva qualcosa in più della televisione.

RDS Next webstar

Uno, nessuno, centomila: quante maschere sulle webstar in radio

Arrivano le webstar. In radio, si intende. Perché se è vero che la società si evolve alla velocità della luce, è altrettanto vero che il mondo non avrebbe bisogno di nuovi eroi. Soprattutto con un microfono. Generazione Y, Millennial Generation, Generation Next. Ancora: Net Generation e Generazione X. Senza dimenticare i millennial, dove tutto è iniziato, i nati tra gli anni ’80 e ’90. Termini per impacchettare le generazioni dei tempi moderni a cominciare da quelle che vivono di pane e social network. Che sia un bene o un male questa resistenza lo vedremo in seguito. Ciò che impone una riflessione è la categorizzazione della generazione, una specie di identificazione di cui si potrebbe fare a meno.